Cold War: storia di un amore (im)possibile

 

Nell’Europa dell’est del secondo dopoguerra, la magnifica storia in bianco e nero di due musicisti e del loro tormentato amore.

Quella raccontata in Cold War di Pawel Pawlikowski è una meravigliosa e struggente storia d’amore ambientata negli anni Cinquanta del secolo scorso. I suoi protagonisti sono Zula e Wiktor, due brillanti musicisti il cui destino sembra essere già scritto: quello di appartenersi in un turbinio di emozioni e sentimenti contrastanti.

A fare da sfondo a questa vicenda, intrisa di uno splendido e a tratti straziante romanticismo, ci sono i paesaggi e le zone urbane di Polonia, Germania, Francia e Jugoslavia durante il periodo della guerra fredda. Sono territori e spazi sociali che – in modo o nell’altro – si contrappongono ed entrano in contrasto con le vite dei due amanti. Una realtà dunque estremamente dura da affrontare, che ancor più esalta l’epicità di un amore che forse è semplicemente impossibile.

Con l’aiuto di una bellissima colonna sonora – dove i toni soffici di un jazz sensuale sottolineano lo scorrere del tempo – e un bianco e nero che richiama il lavoro già svolto egregiamente con Ida (premio Oscar come miglior film straniero nel 2015), Pawlikowski riesce a mettere in risalto i sentimenti dei protagonisti grazie anche all’interpretazione di due attori straordinari come Joanna Kulig e Tomasz Kot, che hanno il grande dono di saper danzare emotivamente tra le macerie e i residui di una guerra ormai passata, ma il cui ricordo è sempre assiduo e presente.

Dedicato alla memoria dei genitori del regista (i quali avevano trascorso 40 anni della loro vita a lasciarsi e riprendersi da una parte all’altra della cortina di ferro), Cold War è un film nel quale è possibile riconoscere la limpidezza e la purezza dell’amore, in una storia sempre travolgente e straordinariamente appassionante.

Il nuovo film di Pawlikowski  sarà al cinema dal 20 dicembre.

 

2018-12-21T16:18:58+00:00
A NATALE AL CINEMA
A NATALE REGALATI UN CAPOLAVORO