Colonna sonora di un amore: le musiche di Cold War

 

Ambientato nella Polonia degli anni 50, “Cold War” è il nuovo film di Pawel Pawlikowski  in uscita il 20 dicembre: una storia d’amore lunga 15 anni dove la musica diventa parte fondamentale del racconto, passando da  Gershwin alla musica popolare polacca.

Un amore eterno, che sopravvive alle disavventure e ai tradimenti, nel bel mezzo della guerra fredda. E la storia di “Cold War”, l’ultimo film del Premio Oscar  Pawel Pawlikowski presentato al Festival di Cannes (dove ha vinto il Premio per la Regia), a Natale nei cinema italiani. 

Un amore trascendente, vero, reale, che dalla Polonia degli anni 50 si sposta attraverso la cortina di ferro nell’Europa occidentale, portando con sé immagini, paure e emozioni che travalicano i tempi e gli spazi.

Un amore accompagnato costantemente dalla musica, vero filo conduttore di tutto il film: dalle melodie di George Gershwin, accennate ad inizio film dal protagonista Wiktor per far capire alla sua Zula che era stato in occidente (la musica jazz era vietata dai regimi dell’est all’epoca) fino ad arrivare alla musica folk polacca, amata ed odiata in quanto utilizzata dallo stesso regime come veicolo di propaganda e rappresentata nell’intreccio narrativo dalla compagnia Mazurek.

Gli stessi protagonisti Wiktor e Zula sono due artisti: lui grande pianista che per sbarcare il lunario si trasferisce a Parigi, lei ballerina e cantante, con grandi ambizioni assecondate anche dai dirigenti del regime. Attraverso la riscoperta della musica folk il regista riscopre la propria patria, attraverso uno sguardo disincantato ma allo stesso tempo appassionato.

Cold War, già vincitore del Premio per la Regia al Festival di Cannes, di 5 European Film Awards (tra cui miglior film e miglior regia)  e candidato agli Oscar come Miglior Film Straniero, sarà in programmazione nei cinema italiani dal 20 dicembre 2018.

2018-12-21T16:19:51+00:00
A NATALE AL CINEMA
A NATALE REGALATI UN CAPOLAVORO